La Palestra per... sportivi

Il portiere e le sue percezioni

buffon

Il portiere della Juventus Gianluigi Buffon mentre effettua una parata

A cura del dott. Massimiliano Barisoni

Nel nostro percorso di analisi di alcuni particolari della prestazione sportiva andiamo a parlare del ruolo del portiere nel gioco del calcio …

In questa stagione 2010-2011 che si è appena conclusa ho lavorato come preparatore fisico del Pavia Calcio in Prima Divisione ,  nell’ articolo parto con un ringraziamento particolare al Preparatore dei Portieri Roberto Perrone ( ex portiere professionista ) che mi ha dato alcune informazioni molto importanti .

La Palestra e la danza

danzatrici

Russian Ballet College Teatro Gzhel in Genova

 Il canale visivo, rispetto a tutti i canali sensoriali, è responsabile per più dell’80% della percezione dello spazio. L’integrazione di tutte le informazioni che ci arrivano attraverso i canali sensoriali ci consente di avere un rapporto equilibrato con lo spazio e di essere efficienti nelle risposte motorie.

L’optometria comportamentale si occupa del miglioramento dell’efficienza visiva in generale, ed in particolare con le tecniche di Sports Vision si dedica agli sportivi.

Una buona visione per prestazioni migliori

basketQuando si pratica qualsiasi attività sportiva, vedere bene è essenziale. Una soluzione visiva idonea aiuta a raggiungere prestazioni ottimali soprattutto per chi fa sport in cui una buona visione è fondamentale per riconoscere tempestivamente l'ambiente circostante, i compagni di gioco e i loro segnali per reagire di conseguenza.
Chi mette alla prova la sua abilità nello sport quindi, deve poter fare affidamento sulla propria attrezzatura: abbigliamento e accessori specifici, ma non solo.
Così come succede al corpo, anche gli occhi possono assumere atteggiamenti sbagliati che occorre imparare a riconoscere e a correggere perché specialmente durante una competizione sportiva la buona visione e la padronanza nel movimento possono fare la differenza.

Non solo muscoli

occhioEsistono tecniche di allenamento per migliorare l'abilità visiva degli atleti. Già utilizzate dagli optometristi in particolare negli Stati Uniti ma ora anche qui da noi, possono notevolmente migliorare le prestazioni di un atleta così come di un bambino o di un adolescente particolarmente versato in un determinato sport.
E questo, qualora non esistano vere e proprie carenze visive, senza dover ricorrere sempre a lenti a contatto, occhiali con filtri specializzati o protettivi.
Specialmente per un bambino è fondamentale avere fiducia in se stesso e un buon spirito sportivo cioè la spinta a superare i propri limiti fisici e ad una equilibrata competitività nei confronti dei coetanei.

L'aiuto della Palestra

La verifica dell'efficienza visiva e il successivo allenamento delle abilità visive eventualmente carenti dovrebbero andare di pari passo e diventare routine. In questo modo già da bambini, si può essere favoriti non solo nello sport ma nella vita in generale. È importante accorgersi di determinate fragilità prima che esse diventino reali inefficienze perché in molti casi è possibile evitare l'evoluzione del disagio latente.
Il metodo della Palestra permette di far conoscere e utilizzare le nostre risorse naturali fra cui il respiro e il movimento. Dovunque vi sia un oggetto in movimento che deve essere visto correttamente e deve determinare una risposta motoria precisa la vista è fondamentale così come quando in movimento è l'atleta che deve percepire le distanze e le realtà che lo circondano con assoluta precisione.